Plinews Blog

Materiali di studio e approfondimento

Il caso dei Marò: l’8 settembre della diplomazia italiana aprile 5, 2013

Filed under: Contemporanea — B. @ 10:07 am

RUBRICA IL PUNTO Se qualcuno, nonostante tutto, continuava a prenderci sul serio, dopo quest’ultima giravolta dovrà ricredersi.

L’India, il colonialismo e il caso dei marò

Tutte le scelte – tutte, senza eccezione, rigorosamente sbagliate – prese dalle nostre autorità riguardo ai due marò, da quando i due pescatori indiani sono stati uccisi a quando Latorre e Girone sono stati rinviati in India, sono state scelte politiche, non tecniche.

 

E hanno dimostrato che il governo italiano e le strutture militari e diplomatiche che lo servono sono accomunati da un’incompetenza formidabile.

 

In questo 8 settembre farsesco, dopo quello tragico del 1943, nessuno vuole assumersi delle responsabilità. Come un dilettante allo sbaraglio, l’esecutivo di Mario Monti decide in base agli umori del momento. Pochi giorni fa aveva giustificato con improbabili spiegazioni legali la scelta di trattenere i marò in Italia, ora si è già smentito.

 

Se qualcuno, nonostante tutto, continuava a prenderci sul serio, dopo quest’ultima giravolta dovrà ricredersi.

 

Speriamo almeno che il contrordine valga a liberare il nostro ambasciatore in India Daniele Mancini, che rischiava il carcere. In compenso, il cerino è ora tornato nelle mani dei due militari. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa al riguardo la nostra magistratura militare, che appena ieri aveva aperto una procedura nei loro confronti dopo un interrogatorio solenne.

 

Nè serve illudersi che dopo il nostro ripensamento Delhi acquisterà gli elicotteri Augusta. A parte che ci sarebbe da chiedersi se barattare cittadini per elicotteri sia nel diritto di uno Stato, gli affari hanno pesato poco in questa vicenda, tranne forse all’inizio: sembra che la scelta di far attraccare la “Enrica Lexie” in India fosse dovuta agli interessi dell’armatore.

 

Neanche il governo indiano esce bene da questa vicenda. In questi mesi, è stato accusato di essere troppo tenero con il nostro paese e di aver rimandato in patria due assassini che dovevano essere giudicati da un tribunale locale.

 

Le origini italiane di Sonia Gandhi, leader di fatto del Congresso e del governo, hanno fornito un appiglio ulteriore alla campagna elettorale delle destre indù.

 

La nostra esibizione è stata comunque incredibile.

 

Per approfondire: L’India, il colonialismo e il caso dei marò

da limes

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...